Home Lezioni Concerto

Le lezioni concerto sono una modalità formativa che l’associazione utilizza, in collaborazione con le scuole, per presentare gli strumenti musicali agli alunni, e in questo modo stimolare l’interesse per il linguaggio musicale.
Questo tipo d’intervento consiste nella presentazione pratica dello strumento, nella descrizione della sua storia e costruzione. Soprattutto fornisce la possibilità di poterne ascoltare da vicino la sonorità e capacità espressiva, sia singolarmente che insieme agli altri strumenti musicali.


E’ indirizzato agli allievi sopra i 10 anni ed è in collegamento didattico col laboratorio “Dal suono al segno” pensato anche per far sperimentare ai più piccoli l’esperienza della pratica orchestrale.

Vi parteciperanno, lavorando a sezione, gli archi, i fiati, le percussioni, gli strumenti polifonici e tutti quegli altri strumenti legati all’orchestra sinfonica. Saranno utilizzate partiture o moduli sonori ideati appositamente tenendo conto delle soggettive capacità strumentali degli allievi che saranno quindi messi sempre in condizione di affrontare le difficoltà delle parti: questo non solo è necessario per le musiche degli specifici repertori, ma risulta essere fruttuoso anche per la musica creata e tramandata all’ interno di quella linea culturale che può definirsi visiva.


Non è questione di utilizzare spartiti o meno, dettaglio del tutto secondario. Vi è ormai un accordo tra gli studiosi di mediologia, per cui la scrittura in generale – e la notazione musicale in questo caso – può essere condotta all’interno di un ordine mentale/formativo audiotattile. Sarà il modo di rappresentare cognitivamente l’identità e la funzione della notazione che ne qualificherà le applicazioni.

Tutto il lavoro sarà diretto e coordinato dal maestro Massimo Munari con una metodologia che prosegue il percorso tracciato dal laboratorio “Dal suono al segno”.

Tutti gli allievi con età superiore ai 10 anni potranno frequentare questo corso per avviarsi serenamente (esistono modalità d’apprendimento divertenti ed estremamente efficaci) verso una capacità di decodifica della notazione nella tradizione musicale “colta” e la comprensione delle abitudini sintattiche e formali succedutesi nella storia della musica occidentale. Molto spazio sarà dedicato all’ascolto di passi significativi di musica che saranno studiati ed analizzati. Le lezioni si terranno in gruppi costituiti per analogia di interessi ed età.

E’ aperto a tutti gli strumentisti a fiato ed i percussionisti della scuola che si confronteranno col repertorio bandistico italiano, legato anche al melodramma, alla musica di tradizione balcanica, al dixieland ed alla musica popolare senza preclusione di provenienza.

Pop/Rock Lab


E’ un laboratorio dedicato a guidare i ragazzi nell’apprendimento di base dei  diversi stili musicali della musica moderna (pop, rock, blues, funky, etc…) offrendo loro una prima importante esperienza di “band” intesa come possibilità di imparare a relazionarsi musicalmente con gli altri. Il corso affronta il repertorio rock e sue variazioni (pop-rock, rock-blues, jazz-rock,etc…) spaziando dai classici di questo genere musicale agli standards degli anni 60’-70’, fino ai giorni d’oggi. Sarà guidato dal maestro Mauro Gavini che avrà dunque la possibilità di mettere in relazione questo laboratorio con quello di musica jazz.

Jazz Lab


E’ aperto agli allievi di età superiore ai 10 anni che manifestano interesse e propensione per questo tipo di linguaggio musicale. Sarà diretto dal Maestro Mauro Gavini, chitarrista e polistrumentista, che guiderà gli allievi in un percorso didattico avvincente, creativo e stimolante attraverso lo studio e la scoperta del meglio del repertorio della tradizione Jazzistica e più in generale di quella Afroamericana.

Gli allievi parteciperanno al corso valorizzando spontaneamente le proprie caratteristiche e inclinazioni musicali e utilizzando lo strumento di studio come la prosecuzione della propria creatività. Si partirà dall’analisi delle più antiche forme della musica jazz e si cercherà di stimolare, nel corso dello studio, la formazione naturale di piccoli ensemble tra gli allievi che sperimenteranno nel contempo la libertà ed il rigore delle forme di musica estemporanee ed improvvisative.

Le lezioni di strumento prevedono appuntamenti settimanali di 30, 45 o 60 minuti. Gli incontri potranno essere individuali o laddove possibile, compatibilmente con l’età e il grado di preparazione degli allievi, in gruppi di due o tre persone, in modo da rendere ancora più divertente e stimolante il processo di apprendimento.

CORSI ATTIVI:

  • Basso e Contrabbasso,
  • Batteria e Percussioni,
  • Canto,
  • Chitarra classica, acustica ed elettrica,
  • Clarinetto,
  • Flauto Dolce e Flauto Traverso,
  • Oboe,
  • Pianoforte,
  • Sassofono,
  • Tromba,
  • Violino,
  • Violoncello.

Il Corso di Musica d’Insieme ed Elementi di Teoria per l’Infanzia è rivolto agli allievi con età compresa tra i 5/6 e i 10/11 anni che hanno iniziato, anche da breve tempo, la pratica del suonare uno strumento: questo laboratorio che rientra nell’offerta formativa della Scuola Popolare di Musica del Tiburtino pone al centro della sua azione didattica l’imparare a fare musica con gli altri.

Gli allievi verranno divisi in classi omogenee per età, per strumento di studio e a misura del livello di preparazione strumentale già raggiunta con il proprio insegnante, con lo scopo di rendere gli incontri il più possibile produttivi ed efficaci. Le classi saranno attive ogni lunedì e giovedì e seguiranno il calendario scolastico.
Il progetto nasce dalla consapevolezza e dalla convinzione che il problema più importante da risolvere, per la realizzazione di una didattica coinvolgente e divertente, sia quello di accompagnare l’allievo a impadronirsi della lettura musicale senza mai separarla dalla musica viva.
Così come nell’uso della parola l’esperienza della comunicazione verbale viene sempre prima dell’esigenza della scrittura – che si impari a parlar bene prima di usare qualsiasi codice scritto ci appare addirittura ovvio – per analogia anche in musica il suonare deve sempre precedere l’uso del segno e quindi della scrittura; in questo modo il segno musicale sarà vissuto dall’allievo come una necessità per meglio ricordare le idee musicali usate e per poter costruire più facilmente trame sonore insieme ad altri piccoli musicisti.
E’ in questo contesto educativo che gli allievi potranno risolvere, con la gratificazione della gioia di far musica insieme e attraverso l’utilizzo di una metodologia pedagogica audiotattile, quei problemi legati all’uso della scrittura/lettura che già hanno avuto occasione di vivere nelle classi di strumento.
L’uso continuo e sistematico della voce, alternato alla pratica strumentale di gruppo, permetterà a tutti e in giovanissima età di affrontare e comprendere quegli elementi strutturali del linguaggio musicale che troppo spesso, e a volte definitivamente, vengono ignorati.

E’ in questo laboratorio che si potrà fare musica insieme riuscendo a capire la struttura di una scala, le abitudini melodiche derivanti dalle diverse modalità, la magia della trasposizione di un motivo e l’uso del circolo delle quinte nel moderno sistema temperato, il concetto di verticalità della musica e quindi la scoperta profonda dell’armonia. Si potrà, serializzando i ritmi e suonandoli insieme, giungere più facilmente alla comprensione dei segni che li simboleggiano e accostarsi senza paure a quelle asimmetrie poliritmiche così presenti nella nostra contemporaneità.
A questo scopo si userà sia il meglio della produzione didattica esistente sia partiture opportunamente elaborate in collaborazione con i docenti di strumento che conoscono perfettamente le prevedibilità strumentali e musicali degli allievi iscritti a questo corso e le loro aspettative di crescita.

Il fine di questa esperienza è mettere in condizione l’allievo a 10/11 anni di proseguire la sua formazione continuando molto più consapevolmente lo studio del suo strumento e la pratica del suonare insieme che ha già così lungamente sperimentato.
E’ solo a questo punto dell’evoluzione musicale dell’allievo che potranno innestarsi esperienze laboratoriali più specificamente legate ai vari linguaggi o esclusivamente teoriche tese a sistemare organicamente quanto già vissuto sia emotivamente che razionalmente.
La struttura didattica appena descritta potrà portare, se seguita con costanza, alla prosecuzione di studi sempre più evoluti nei contenuti all’interno della nostra scuola e comunque a una preparazione congrua ai livelli di ammissione nei nascenti Licei Musicali o successivamente ai bienni e ai trienni specialistici dei Conservatori Italiani.

Corsi di Strumento

Parallelamente al laboratorio “Dal suono al segno” gli allievi di quest’età inizieranno lo studio dello strumento prescelto condividendo in gruppi di due o tre compagni il proprio percorso musicale.

In questo modo essi saranno indotti a socializzare i propri vissuti musicali creando una rete di modalità sonore che, partendo da una pratica audiotattile, approdi tra le altre capacità sollecitate (estemporizzazione, improvvisazione, invenzione in tempo reale), alla lettura di musica colta progettata per essere rieseguita ed interpretata.

Giocare con lo strumento (come si dice nella gran parte delle lingue) sarà il modo per sperimentare la gioia del fare musica insieme.


← Dai 3 ai 6 anniDai 10 ai 15 anni →

Il corso è aperto ai bambini in età prescolare che parteciperanno, divisi in piccoli gruppi, ad attività sonoro-musicali partendo dalla propria realtà corporea e culturale. All’uso della voce e della parola si alternerà l’utilizzo, di volta in volta più consapevole, di oggetti sonori presi dal vasto catalogo dello strumentario Horff.

La didattica, sostanzialmente ludica e tesa alla valorizzazione della creatività di ciascuno all’interno delle dinamiche del gruppo, punterà, in assenza di notazione di tipo tradizionale, a far crescere la gioia del fare musica insieme abituandosi al rispetto e al riuso delle sollecitazioni provenienti dai compagni.

E’ in questo periodo che i bambini conosceranno, sperimentandole per imitazione, le diverse possibilità strumentali offerte dalla nostra cultura musicale costruendo quell’attaccamento emotivo verso uno strumento che porterà loro in poco tempo, ad una scelta libera, consapevole e felice.


← La DidatticaDai 6 ai 10 anni →